Privacy Policy

19 Maggio 2019: UN SASSO DI… “RITORNO

Pubblicato il on 21/03/2019 in Escursione Domenicale, Escursioni, Vacanze Adulti

Partenze:
Teramo (parcheggio Cartecchio) ore 6.00
Mosciano S.A. (area servizio bar 101) ore 6.20
San Benedetto (Via De Gasperi) ore 6.50

Parco Regionale di Sasso Simone e Simoncello
Qualche volta va proprio male. E male andò, nell’Aprile del 2016, il primo tentativo di ascensione su quella montagna strana come senz’altro è il Sasso di Simone. Strana perché, pur elevandosi fino a 1209m, è una montagna piatta, senza cima, che emerge, a poca distanza della sua gemella “Simoncello”, come un possente bastione calcareo “squadrato” ed inaccessibile, dalle tondeggianti colline argillose del Montefeltro nel territorio al confine tra Marche, Toscana e Romagna. Quella volta andò male perché, durante la mattinata si alternarono velocemente condizioni meteo variabili
tra piogge miste a neve e brevi schiarite; poi, appena decidemmo di incamminarci verso la meta, si scatenò una bufera di neve che ebbe l’immediato effetto di farci risalire di tutta fretta sul pullman costringendoci ad un anticipato rientro.
Ovviamente, dopo un’oretta, quando già eravamo ben lontani dai due Sassi, il tempo ci beffò nuovamente tornando sereno come mai era stato durante la mattinata.

Descrizione del percorso:
Percorso unico
Passo Cantoniera (1008m) – Ranco
del Cerro – Valpiano (991m) –
Cancellino (1150m) – Faggio
solitario (1133m) – Sasso Simone-
Città de Sole (1206m) – Sentiero
119 – Cima di Raggio (952m) –
Sentiero 119a – Circonvallazione di
Carpegna (780m)

Difficoltà: media/facile;
Dislivello in salita: 300 m
Dislivello in discesa: 500 m
Sviluppo: 13 km
Tempo di percorrenza: 5/6 ore

Quota: 18,00 euro